giovedì 19 settembre 2013

Pomodori secchi (“tamata siccada” o “pilarda de tomata” o “tomata saliasa”).

Diverse testimonianze riconoscono il ruolo svolto dal pomodoro come ingrediente utilizzato per insaporire l’alimentazione dei contadini, che essendo povera di altri condimenti, in genere accompagnava il pane, componente principale nella dieta dei sardi.
Vere e proprie ricette e pietanze compaiono in alcuni testi risalenti al 1700, ne sono un esempio la salsa di pomodoro alla spagnola ed i pomodori secchi (“tamata siccada” o “pilarda de tomata” o “tomata saliasa”).
Pilarda con questo termine in Sardegna si indicano i prodotti essiccati, in modo particolare i pomodori ma anche frutta.



INGREDIENTI:

  • Pomodori San Marzano (una cassa)
  • Sale grosso
  • Sale fino
  • Basilico in Foglie (tante foglie quanti sono i pomodori)





Difficoltà: Facile
Preparazione: 1 ora.
Cottura: Essiccazione
3/4 giorni

PREPARAZIONE:



Ho usufruito della disponibilità di mia madre per eseguire questa ricetta semplicissima. Ho comprato una cassa di pomodori tipo San Marzano, se questi dovessero essere indietro di maturazione, è sufficiente lasciarli a temperatura ambiente alcuni giorni, fino a quando non diventano rossi. I pomodori sono stati lavati accuratamente e sono stati selezionati quelli privi di difetti.





 Successivamente i pomodori sono stati tagliati a metà e posti sopra delle casse di plastica ben lavate, (in mancanza potete disporle su dei cartoni rivestiti con carta forno) è sono state salate con il sale grosso.



Tali casse sono state poste sul balcone  inclinandole leggermente per favorire lo sgocciolamento dell’acqua di vegetazione del pomodoro.





Ovviamente i pomodori possono stare all’esterno solo durante le ore di sole, mentre dovranno stare al coperto la notte o quando il cielo è nuvoloso. Durante il secondo giorno si essiccazione andrà aggiunto del sale fino sui pomodori. Dopo tre quattro giorni di essiccazione la pilarda è pronta per essere conservata. 


Io tra le due parti del pomodoro ho inserito una foglia di basilico, ma si può usare anche l’alloro.








I pomodori così preparati possono essere conservati nei barattoli, riponendo questi ultimi nel frigorifero.